Internet Culturale

La sfida

Un unico punto d’accesso a diverse fonti informative nel dominio dei beni culturali. Questa la sfida raccolta nella realizzazione di Internet Culturale, un portale articolato in due macrosezioni: il Catalogo che offre un' interfaccia unitaria per la ricerca bibliografica a partire da basi dati diverse (SBN, Edit16, Manus, Biblioteca Digitale-MAG, Cataloghi storici) e la Biblioteca Digitale che a partire da diverse teche di oggetti digitali (Magteca ICCU, Emeroteca Braidense, ICBSA, Biblioteca Marciana, BNCF, etc.) propone un accesso unitario alle risorse attraverso i dati catalografici e la visualizzazione del materiale documentale (immagini, testi, audio e video). 

La soluzione

L’interfaccia a disposizione dell’utente garantisce uniformità di ricerca attraverso una modalità di presentazione, dinamica e a faccette, dei risultati: congiuntamente all'ordinamento delle fonti vengono suggeriti in maniera automatica o semiautomatica, ulteriori risorse e termini potenzialmente interessanti, contigui o affini alle chiavi di ricerca inserite.  
Questa soluzione, caratterizzata da un alto livello di intuitività d'uso e con tempi di risposta immediati, poggia su un complesso sistema che indicizza oltre 10 milioni di records SBN e risponde alle differenti caratteristiche dei database originali ed ai loro formati di esportazione. Il sistema esplora gli indici degli oggetti digitali presenti nelle collezioni, compiendo le interrogazioni e fornendo un indicatore (rank) di rilevanza della risorsa rispetto alla richiesta.
Il meccanismo di “suggerimento” per la consultazione di altre risorse è basato sul concetto di documenti simili e fornisce all’utente la possibilità di esplorare i contenuti secondo criteri trasversali. L’individuazione dei documenti si basa sia su informazioni di tipo semantico, sia su algoritmi di tipo statistico che agiscono su alcuni campi di metadati al fine di individuare le similitudini tra le parole chiave presenti.